I nuovi eventi di GreenLand Festival in Franciacorta.

Proseguono gli appuntamenti di GreenLand Festival in Franciacorta.

Venerdì, doppio appuntamento a Castegnato e ad Iseo:

Venerdì 24 giugno alle ore 21

CONFIRMATION – teatro 

Castegnato – Sala conferenze Borsellino Centro Civico in Via G. Marconi, 2.

LAB121

Testo di Chris Thorpe. Spazio, video, regia di Claudio Autelli con Woody Neri.

Un monologo aperto al pubblico che parte come una conferenza del performer in merito ai suoi studi sul “bias di conferma” che agisce su tutti noi. In altre parole è la nostra tendenza a leggere i fatti del reale secondo le nostre convinzioni preconcette. L’argomento diventa di stringente necessità quando si comincia ad interrogarsi su un possibile scambio di idee con un estremista di destra, un negazionista dell’olocausto.

LAB121 nasce a Milano nel 2011. Progetta, produce e distribuisce spettacoli teatrali in partnership con altre realtà. I suoi più recenti progetti, con la regia di Claudio Autelli, sono: “La fine del mondo” di Fabrizio Sinisi, “Ritratto di donna araba che guarda il mare” di Davide Carnevali – testo vincitore del Premio Riccione 2013 – “L’inquilino del terzo piano” tratto dal romanzo di Roland Topor, “L’Insonne” tratto da “Ieri” di A. Kristof. Il sodalizio tra Woody Neri e Claudio Autelli si dipana negli anni attraverso continui confronti fin dal tempo del diploma accademico di entrambi (uno alla Galante Garrone di Bologna e l’altro alla Civica P. Grassi di Milano).

Biglietti in prevendita: https://www.vivaticket.com/it/ticket/confirmation/180395 [1]

Venerdì 24 giugno alle ore 21.15

SONATA PER TUBI – circo

Iseo – Sassabanek lido in Via Colombera, 2.

Di e con Ferdinando D’Andria, Maila Sparapani, Marilù D’Andria. Aiuto regia Marta Dalla Via, Federico Cibin, disegno luci e audio Federico Cibin, scenografie Ferdinando D’Andria.

Musica inconsueta o circo inedito? È il circo dell’invenzione.

Cantato e suonato dal vivo, _Sonata per tubi_ è uno spettacolo di circo contemporaneo che ricerca le possibilità musicali di oggetti ed attrezzi di circo, trasformandoli in strumenti musicali attraverso l’ingegno e l’uso della tecnologia. Un crescendo di canti polifonici a tre voci, di danze e prove di coraggio, musicali e circensi, che condurranno ad un rituale finale per il passaggio dall’adolescenza alla vita da adulto. Il pizzicato del clown musicale fa trasparire l’anima dei tre attori che con un linguaggio universale e accessibile a tutti, si incontrano e si scontrano nel magico gioco della vita.

Per informazioni: Teatro Telaio 030 46535