𝗠𝗼𝗻𝘁𝗲 𝗥𝗼𝘀𝘀𝗮 𝗰𝗲𝗹𝗲𝗯𝗿𝗮 𝗶 𝟱𝟬 𝗮𝗻𝗻𝗶 𝗰𝗼𝗻 𝘂𝗻𝗮 𝗻𝘂𝗼𝘃𝗮 𝗰𝗮𝗻𝘁𝗶𝗻𝗮

“Non un punto d’arrivo, ma di partenza” in queste poche parole c’è tutto il pragmatismo e l’entusiasmo di Emanuele Rabotti per la sua impresa che quest’anno compie 50 anni. La nuova Cantina di Monte Rossa è un progetto nato certo da necessità produttive, ma soprattutto dalla grande passione della famiglia Rabotti per la Franciacorta; in azienda si affaccia la terza generazione e chi la precede desidera consegnarle un’innovativa e tecnologica sede. Ad accogliere chi visita la cantina due monumenti dedicati ai fondatori, i
genitori di Emanuele Rabotti, Paola Rovetta e Paolo Rabotti.
La nuova Cantina nasce da un’idea di Emanuele Rabotti; un ambizioso progetto partito da un foglio bianco, dalla lunga esperienza nella produzione di Franciacorta e dalla ferma intenzione di non scendere a compromessi nella qualità della vita di chi lavora ogni giorno nei diversi spazi che la compongono.
Con queste premesse nel 2020 è stato dato il via ai lavori del nuovo polo Monte Rossa, un investimento da oltre 10 milioni di euro per una superficie di 8.000 m 2 nel complesso.
La Cantina si sviluppa su 3 livelli, collegati da un’iconica scala centrale: nel livello più basso sono concentrate tutte le attività produttive, nel livello centrale trovano sede gli uffici direzionali e operativi e al livello superiore si trovano l’area ospitalità e lo shop.
“Un misto di ambizione e soddisfazione, un sogno che prende forma. Una Cantina ipogea, all’avanguardia, ecocompatibile ed ecosostenibile, interamente pensata e progettata per la produzione di Franciacorta che dialoga con il territorio che la circonda” così Emanuele Rabotti descrive la nuova Cantina che è pronto ad inaugurare. Il progetto è un lavoro corale fra l’azienda – coordinata dalla proprietà e dall’enologo Pascal Vautier, il Comune di Cazzago di San Martino e lo studio MP Engineering guidato da Pierangelo Scaroni e dall’architetto Luigi Serboli, esperti nella realizzazione di strutture all’avanguardia.
La nuova Cantina a Barco di Cazzago e gode di una posizione strategica, a soli 900 metri dal casello autostradale di Ospitaletto e a una manciata di chilometri dalla storica sede di Bornato, sempre nel comune di Cazzago San Martino. Ad accomunare le due realtà la medesima voglia di accogliere appassionati e neofiti che abbiano il desiderio di trascorrere momenti di piacere in compagnia di Monte Rossa.
La villa sulla collina di Bornato – con all’interno le segrete del Cabochon – continuerà ad ospitare e ad affascinare
i visitatori, così come la nuova Cantina del Barco; si duplica quindi l’offerta mantenendo inalterata la filosofia che da anni caratterizza Monte Rossa.