Alberghi e villaggi “eSports friendly”: nasce il portale per gli appassionati

Con il supporto di Esports No Limits prende il via l’iniziativa Esports Hotel che intende coinvolgere il mondo dell’ospitalità per promuovere le strutture “eSports friendly”.

Per la prima volta il mondo degli E-Sports italiano avrà la possibilità di scegliere gli hotel e i villaggi turistici che offrono un servizio attento alle esigenze degli appassionati.

A partire dal 25 novembre sarà disponibile online la piattaforma che consentirà la selezione e la prenotazione direttamente presso le strutture inserite che, si stima, saranno più di mille nel corso del prossimo anno.

L’obiettivo è chiaro: in tutto il mondo e anche in Italia gli appassionati che si spostano per lavoro o per turismo vogliono continuare ad accedere alle piattaforme con le quali si diverto, si rilassano e competono. La necessità di trovare quantomeno una struttura dotata di collegamenti internet adeguati, almeno in alcune delle camere o in aree dedicate, è una necessità non più procrastinabile.

Molti hotel e villaggi nel mondo iniziano a dotare alcune delle stanze di postazioni per il gaming e il forte afflusso di turisti stranieri in Italia richiede una disponibilità da parte degli hotel a offrire questo servizio, quanto meno in aree o camere dedicate. Gli appassionati di video games sono oltre 470 milioni nel mondo e diversi milioni in Italia dove sono circa 2 milioni i player che giocano con una forte assiduità. Offrire servizi a questo target porterà vantaggi importanti al settore del turismo e dell’ospitalità in particolare.

L’iniziativa di creare il portale è di Maurizio Miazga, fondatore e Segretario Generale di Federesports nonché uno dei fondatori del Comitato Promotore E-Sports Italia che ha ricevuto il placet del CONI per aggregare le realtà interessate a costituire la federazione sportiva del settore.

Il mondo dello sport tradizionale è stato invitato a occuparsi degli Sport Virtuali (i videogiochi che riguardano la propria attività sportiva) e questo renderà indispensabile avere sul territorio italiano strutture ricettive adatte per ospitare corsi di formazione, ritiri dei team e trasferte delle squadre.

“Con numerosi imprenditori – dice Maurizio Miazga – vogliamo dare, attraverso la possibilità di selezionare online l’offerta alberghiera adatta, una opportunità di crescita al settore che deve recuperare dopo quasi due anni di difficoltà dovuta alle restrizioni e permettendo ai milioni di appassionati di avere anche fuori casa servizi adeguati alle loro esigenze. Oggi per il settore turistico è prioritario conquistare questo importante mercato costituito dai Millennials e Gen-Z per garantirsi una continuità nel futuro. Così sarà con i vari progetti che partiranno nel 2022 proprio nel mondo della scuola: usare consolle e videogames può aiutare i giovani a crescere svolgendo attività formative e di preparazione allo sport. Secondo il CIO gli Sport Virtuali parteciperanno alle Olimpiadi, occorre investire sul futuro e in molti lo stanno già facendo”.

Il progetto, unico perché altamente specializzato grazie alla forte conoscenza del settore video games, prevede anche la eventuale fornitura di pacchetti che comprendono postazioni e formazione qualificata per il personale delle strutture. Sarà possibile aderire a convenzioni con i vari stakeholders come Lega Esports e le Federazioni.