Tennis, che partenza dell’Italia a Rezzato: Slovenia battuta due volte su due

Se è vero che chi ben comincia è a metà dell’opera, come recita il famoso detto, l’Italia non poteva chiedere un avvio migliore alla 19esima edizione della Lampo Trophy – Nation Cup, che vede la formazione maschile difendere il titolo del 2019. I duelli contro la Slovenia del Gruppo Rosso (maschile e femminile) si annunciavano complicati, ma i due singolaristi scelti da capitan Luca Ronzoni hanno mostrato un gran tennis e sono riusciti ad archiviare la pratica già al termine dei match individuali, consegnando i primi tre punti a entrambe le formazioni.

In mattinata è stato il turno delle ragazze: ad aprire le danze sul “Centrale” dell’Olimpica Tennis Rezzato ci ha pensato l’umbra Elena Toccacieli, che ha regolato per 7-5 6-3 la coetanea Nika Mlakar, mentre nel secondo match di giornata è toccato a Micol Salvadori provare a chiudere subito i conti. Un compito che la giocatrice bolognese ha svolto a dovere, superando Zoja Paternel con un doppio 6-4 e garantendo al team il successo finale. Poi, sul punteggio di 2-0, le azzurre si sono lasciate scappare il doppio, cedendo alle stesse due avversarie che avevano battuto in precedenza in singolare, ma – in chiave qualificazione – proveranno a rendere ininfluente il piccolo passo falso nelle prossime due giornate. Lo faranno a partire dal duello di mercoledì contro la Serbia, battuta all’esordio per 3-0 dall’Austria: una sfida alla portata delle azzurrine, che in caso di vittoria (abbinata al successo dell’Austria sulla Slovenia) potrebbero mettere in ghiaccio il passaggio alle semifinali con una giornata d’anticipo, e poi giocarsi primo e secondo posto del girone nello scontro diretto di giovedì con le austriache.

Vittoria convincente anche per i maschietti dell’Italia “rossa”, che a loro volta hanno archiviato la pratica Slovenia già al termine dei singolari. Il leccese Riccardo Manca ha superato Nejc Sustersic per 6-3 6-4, mentre a firmare il punto della vittoria ci ha pensato il romano Mattia Baroni, vincitore quest’anno del prestigioso torneo internazionale Lemon Bowl, bravo a lasciare appena un game al malcapitato Lan Konecnik.

Anche per gli azzurrini mercoledì ci sarà il duello con la Serbia, battuta dall’Austria nella prima giornata. Così vale esattamente lo stesso discorso già fatto per le ragazze. E per quanto si è visto sin qui a Rezzato, quello della doppia qualificazione anticipata pare uno scenario tutt’altro che impossibile per le compagini azzurre. Insieme ad Italia e Austria, ha ottenuto una doppietta nella prima giornata anche la Bulgaria nel Gruppo Blu, vincendo due volte con la Bosnia ed Erzegovina, in un duello tanto equilibrato nel femminile quanto a senso unico nel maschile. Fra le ragazze buona la prima anche per il Messico, una delle due formazioni extra-europee giunte in provincia di Brescia per la Lampo Trophy – Nation Cup (l’altra è Israele).