Covid 19, i dipendenti di ASST – Spedali Civili di Brescia saranno ospiti in strutture della Valle del Chiese e delle Giudicarie Centrali

Sino al 30 settembre alcune strutture ricettive della Valle del Chiese e delle Giudicarie Centrali, in Trentino, ospiteranno gratuitamente per due notti i dipendenti di ASST – Spedali Civili di Brescia coinvolti nell’odissea Covid grazie al progetto HOSPITALity | #respira in Trentino tra il lago d’Idro e le Dolomiti di Brenta.

L’iniziativa è promossa dai due Consorzi Turistici in collaborazione proprio con l’importante presidio sanitario di Brescia e con l’assessore Comunale Walter Muchetti, che da anni frequenta questi territori di confine tra la Lombardia e il Trentino. Ed è strettamente legata agli storici legami di amicizia nati nel tempo con il territorio bresciano e, in particolare, con la vicina Valle Sabbia.

Rapporti forti anche sul piano personale e che quindi nella drammatica primavera appena trascorsa hanno fatto tenere con il fiato sospeso molti trentini quando Brescia e la sua provincia sono state letteralmente flagellate dal COVID-19. Una situazione che ha portato enormi sofferenze agli amici bresciani e che ha visti impegnati in prima linea centinaia di operatori degli ospedali.

Proprio a loro è quindi rivolto il grazie delle strutture turistiche del Trentino sud Occidentale. Non solo sul doveroso piano morale ma anche con un’azione concreta: appunto con l’iniziativa HOSPITALity | #respira in Trentino tra il lago d’Idro e le Dolomiti di Brenta.