• Continua la Sagra del Contadino di Mairano

    Coltiviamo la tradizione: è questo il motto della XIV edizione della Sagra del Contadino di Mairano, appuntamento entrato nel cuore di migliaia Read More
  • Aperte le iscrizioni per il Canta Sulzano del 5 ottobre

    Nell'ambito della 14^ Sagra del Cinghiale in programma a Sulzano, per la giornata di venerdì 5 ottobre - alle ore 20:30 -, è previsto Read More
  • Eatinero a Cremona

    Dal 28 al 30 settembre, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona​, in collaborazione con Confesercenti della Lombardia Orientale, Read More
  • La nuova stagione del Teatro Comunale Odeon

    20 anni di programmazione, di intenso lavoro, di cambiamenti. 20 anni di attività costante, di impegno condiviso, di sfide raccolte e vinte, Read More
  • Luca Carboni al Gran Teatro Morato

    Sabato 3 Novembre al Gran Teatro Morato c'è Luca Carboni! “Una grande festa” fin dal primo ascolto suona come uno dei grandi Read More
  • Angelo Pintus torna a Brescia

    Dopo il grande e crescente successo degli ultimi anni, Angelo Pintus è pronto a tornare in tour nei principali teatri italiani. A Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

RadioGiornale Ore 12.00

  • Lunedì, 12 Marzo 2018 08:28
  • Pubblicato in Le Notizie

RadioGiornale del 12 Marzo 2018 – Ore 12.00

 

Il lavoro esce dal Comune e diventa telelavoro. A sperimentarlo è l'Amministrazione di Rezzato, che ha concordato questa formula con una delle sue dipendenti rientrata dalla maternità. Dopo l'approvazione della richiesta e la modifica del contratto in relazione alle nuove condizioni (che comunque mantengono fermi sia gli emolumenti normali, che in questo caso non sono decurtati, sia quelli integrativi previsti dal vecchio contratto, così come ferie e periodi di riposo), si procede ad installare in comodato d'uso una postazione tecnologica che consenta il corretto svolgimento del lavoro da casa da parte della donna. Questo non comporterà per la neomamma un allontanamento totale dall'ufficio: oltre al lavoro da casa che deve essere svolto secondo una distribuzione innovativa dell'orario che avverrà nell'arco della giornata, la dipendente in questione dovrà essere a disposizione per comunicazioni di servizio con l'Amministrazione comunale per due ore nell'arco della giornata. Per quanto riguarda, poi, il controllo dell'orario, sarà responsabilità della neomamma compilare un rapporto giornaliero (nel quale evidenzierà l'orario di avvio e di fine del proprio lavoro oltre ad eventuali interruzioni) che dovrà essere trasmesso in via telematica al proprio responsabile. Insomma una piccola rivoluzione che il sindaco di Rezzato Davide Giacomini definisce «una novità importante: grazie ai suoi nuovi meccanismi il telelavoro consente di garantire una maggiore cooperazione tra il lavoratore e l'ufficio in modo da rispondere ai bisogni reciproci, attraverso la flessibilità».

 

Forse un colpo di sonno all'origine di un incidente avvenuto ieri intorno alle 17 lungo la Variante alla 237 del Caffaro, proprio all'uscita nord della galleria San Martino, fra i territori di Sabbio Chiese e di Barghe. L'esatta dinamica è al vaglio della Stradale di Brescia, intervenuta sul posto con una pattuglia. Secondo una prima ricostruzione, però, ad invadere l'opposta corsia di marcia sarebbe stata la Mazda alla cui guida c'era una donna di 45 anni, di Pieve di Bono, con un 56enne seduto accanto che però in quel momento stava dormendo. Proprio in quel momento, in direzione della bassa valle, stava scendendo una Range Rover condotta da un 60enne di Agnosine. L'uomo si è buttato sulla destra, fino a strisciare anche la capotte dell'auto contro la galleria, prima di riuscire a fermarsi. Una manovra che gli ha permesso di evitare lo scontro frontale. Sul posto vigili del fuoco, medicalizzata, ambulanze da Bagolino e da Odolo. L'arteria è rimasta bloccata a lungo.

 

La gomma affonda dove cratere vuole. E finisce inevitabilmente a terra. Non una, ma almeno quindici, sedici o diciassette volte. È accaduto ieri sera lungo la Sp19, nei pressi dell'uscita per Rodengo Saiano, lungo la carreggiata che porta verso Concesio. Lì, nel bel mezzo dell'asfalto bagnato, nel tardo pomeriggio si è aperto un vero e proprio cratere. Una buca lunga quasi un metro, larga una sessantina di centimetri e profonda una decina, che ha fatto strage di penumatici. L'allarme è stato lanciato da alcuni automobilisti, incappati - ed era difficile non farlo - nella trappola sull'asfalto e finiti con una gomma a terra. Per evitare l'«ecatombe» meccanica sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Gussago, che si sono messi di traverso sulla Sp 19, per segnalare il pericolo fino all'arrivo degli operatori della Provincia, intervenuti per tamponare il cratere.

 

PALCOSCENICO:

Un castello antico custodisce sempre luoghi misteriosi o inaccessibili, come i passaggi segreti e le stanze nascoste in cui ci si rifugiava in caso di pericolo, raccontati spesso nei libri, nelle favole e nei film. Il Castello di Padernello, maniero quattrocentesco immerso nella campagna della Bassa Bresciana, non è da meno e custodisce ancora affascinanti luoghi inesplorati. Il mastio per la prima volta viene aperto al pubblico per un viaggio esclusivo nella storia. Ogni terzo sabato del mese, dal 17 marzo 2018 (28 aprile, 19 maggio, 16 giugno e 15 settembre), si potrà partecipare ad una speciale visita guidata nella torre inaccessibile.

 

METEO:

PREVISIONE PER MARTEDÌ 13 MARZO 2018

Stato del cielo: fino al mattino da nuvoloso a molto nuvoloso, poi tendente a poco nuvoloso.

Precipitazioni: fino al mattino possibili molto deboli sparse sui rilievi centro-orientali, nevose oltre 1500-1600 metri

Temperature: minime in moderato calo, massime in lieve o moderato aumento.