• Continua la Sagra del Contadino di Mairano

    Coltiviamo la tradizione: è questo il motto della XIV edizione della Sagra del Contadino di Mairano, appuntamento entrato nel cuore di migliaia Read More
  • Aperte le iscrizioni per il Canta Sulzano del 5 ottobre

    Nell'ambito della 14^ Sagra del Cinghiale in programma a Sulzano, per la giornata di venerdì 5 ottobre - alle ore 20:30 -, è previsto Read More
  • Eatinero a Cremona

    Dal 28 al 30 settembre, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona​, in collaborazione con Confesercenti della Lombardia Orientale, Read More
  • La nuova stagione del Teatro Comunale Odeon

    20 anni di programmazione, di intenso lavoro, di cambiamenti. 20 anni di attività costante, di impegno condiviso, di sfide raccolte e vinte, Read More
  • Luca Carboni al Gran Teatro Morato

    Sabato 3 Novembre al Gran Teatro Morato c'è Luca Carboni! “Una grande festa” fin dal primo ascolto suona come uno dei grandi Read More
  • Angelo Pintus torna a Brescia

    Dopo il grande e crescente successo degli ultimi anni, Angelo Pintus è pronto a tornare in tour nei principali teatri italiani. A Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

In scena La chimica invisibile: sei grandi scienziate

  • Lunedì, 19 Febbraio 2018 09:38
  • Pubblicato in Palcoscenico

Andrà in scena venerdì 23 febbraio 2018 alla Residenza Vittoria di Brescia del Gruppo Korian, leader nell'offerta di servizi residenziali e assistenziali per l'invecchiamento di qualità, la rappresentazione teatrale "La chimica invisibile", di Andrea Albertini e con la regia di Bruno Fusca. Uno spettacolo che racconterà la vita di alcune geniali donne del passato: figure femminili che grazie alle loro menti hanno contribuito con scoperte straordinarie al progresso.

 

Sei monologhi per sei scienziate: Ada Lovelace Byron, Mariam Al Ijliya, Marie Curie, Hedy Lamarr, Mileva Maric, Sofia Kovalevskaya. Donne eccezionali che sono state capaci di creare il primo software della storia, costruire strumenti per esplorare il mondo, vincere premi Nobel, inventare un modello per scambiare informazioni gettando le basi per la comunicazione senza fili, contribuire in maniera misteriosa alla teoria della relatività, ottenere la prima cattedra universitaria nel 1889.

 

Uno spettacolo teatrale che vuole essere più di un semplice momento culturale, esortando le giovani donne a intraprendere con forza un percorso scientifico che si spinga oltre i pregiudizi e gli stereotipi tipici della nostra società. E proprio per far arrivare questo importante messaggio ai più giovani, la Residenza Vittoria ha aperto le sue porte agli studenti del Liceo Scientifico Copernico per poter assistere allo spettacolo.

 

La rappresentazione teatrale, aperta al pubblico e con ingresso gratuito, si terrà il 23 febbraio 2018 alla Residenza Vittoria, in Via Calatafimi 1 a Brescia presso la sala Piazza Vittoria alle ore 16:30.

 

data di pubblicazione: 19/2/2018