• Continua la Sagra del Contadino di Mairano

    Coltiviamo la tradizione: è questo il motto della XIV edizione della Sagra del Contadino di Mairano, appuntamento entrato nel cuore di migliaia Read More
  • Aperte le iscrizioni per il Canta Sulzano del 5 ottobre

    Nell'ambito della 14^ Sagra del Cinghiale in programma a Sulzano, per la giornata di venerdì 5 ottobre - alle ore 20:30 -, è previsto Read More
  • Eatinero a Cremona

    Dal 28 al 30 settembre, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona​, in collaborazione con Confesercenti della Lombardia Orientale, Read More
  • La nuova stagione del Teatro Comunale Odeon

    20 anni di programmazione, di intenso lavoro, di cambiamenti. 20 anni di attività costante, di impegno condiviso, di sfide raccolte e vinte, Read More
  • Luca Carboni al Gran Teatro Morato

    Sabato 3 Novembre al Gran Teatro Morato c'è Luca Carboni! “Una grande festa” fin dal primo ascolto suona come uno dei grandi Read More
  • Angelo Pintus torna a Brescia

    Dopo il grande e crescente successo degli ultimi anni, Angelo Pintus è pronto a tornare in tour nei principali teatri italiani. A Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

RadioGiornale Ore 12.00

  • Lunedì, 19 Febbraio 2018 09:28
  • Pubblicato in Le Notizie

RadioGiornale del 19 Febbraio 2018 - Ore 12.00

 

I pezzi di lamiera in mezzo alla strada, il camion, un'autobotte Scania 460 che trasportava siero di latte dalla ditta bozzolese Lactalis, adagiato su un lato, e l'auto, una Y10 ormai irriconoscibile, che ha terminato la sua corsa impazzita nel fossato quasi 50 metri più avanti rispetto al punto d'impatto. Basta questo scenario per descrivere la tremenda violenza dell'incidente stradale avvenuto a Calvatone, nel Cremonese, costato la vita, ieri mattina attorno alle 6.30, a Mirella Ottelli, classe 1962 oggi residente a Piadena, dove viveva col marito Ivo Storti sposato in seconde nozze, ma originaria della Bassa bresciana, e per la precisione di Fiesse. Mirella lavorava come operatrice socio sanitaria a Marcaria, nella casa di riposo Villa Aurelia di San Michele in Bosco e proprio lì si stava recando ieri all'alba.

 

Crollo improvviso, ieri mattina, di un consistente frammento di un balcone in centro, sulla via che porta al Castello. È stato con ogni probabilità un furgone a urtare la mensola di un balcone di contrada Sant'Urbano, la via in ciotolato che da piazzetta Tito Speri si inerpica sul colle Cidneo, lungo la quale si susseguono anche le formelle della Salita della Memoria. L'impatto del veicolo commerciale ha fatto cadere in strada uno dei massicci e pesanti elementi di sostegno posti alla base del terrazzino medesimo. Per capire cosa sia accaduto, gli agenti della Polizia Locale potranno utilizzare le immagini delle videocamere della zona. Nel frattempo la via che porta in Castello resta chiusa ai veicoli, dopo il sopralluogo dei Vigili del Fuoco.

 

La prima parte della tangenzialina di Torbiato ottiene l'ok del Consiglio comunale. La maggioranza, che sostiene il sindaco Paolo Rosa, ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo della strada di collegamento tra via Cattaneo e via Per Torbiato, dichiarandone nel contempo la «pubblica utilità»: un passaggio decisivo, nell'ottica dell'Amministrazione, per procedere a eventuali accordi bonari o agli espropri nei confronti dei proprietari dei terreni agricoli attigui al Santuario della Madonna della Neve, lambito dalla tangenzialina.

 

 

PALCOSCENICO:
Giovedì 22 febbraio, alle ore 21.00, debutteràpresso il Teatro "Pietro Micheletti" di Travagliato lo spettacolo I Promessi Sposi, una produzione della compagnia «Il Nodo» con regia di Fiorenzo Savoldi. Una storia immortale, un romanzo amato da generazioni e generazioni di lettori, una vicenda tragica e toccante, buffa ed appassionante che ha ancora tanto da raccontare. Il capolavoro di Manzoni, nella riduzione drammaturgica ad opera di Raffaello Malesci, incontra il teatro in uno spettacolo originale e poetico che gli dona ancora più fascino ed emozione.

 

METEO:
PREVISIONE PER MARTEDÌ 20 FEBBRAIO 2018
Stato del cielo: nuvolosità variabile, più presente ed estesa su Alpi e Prealpi.
Precipitazioni: assenti nella prima parte del giorno, possibili e deboli nella seconda sulle zone alpine. Quota neve intorno a 400-500 metri.
Temperature: in generale diminuzione.