• Gianni Morandi in tour, a febbraio una data storica a Brescia

    Un grande appuntamento con la musica italiana quello che è stato annunciato in questi giorni: il 26 febbraio il Palageorge di Montichiari Read More
  • "Picasso, De Chirico, Morandi": esposizione dal 20 gennaio al 10 giugno 2018

    Da gennaio 2018 le porte delle più raffinate e importanti dimore di Brescia si apriranno eccezionalmente per mostrare il frutto di un Read More
  • Suoni e Sapori del Garda prosegue

    Riprende sabato 23 settembre la quinta rassegna "Suoni e Sapori del Garda", la serie di diciannove concerti nel Circuito dei Comuni del Read More
  • Al Vittoriale l'automobile è femmina

    "Ma c'è anche un'Italia che guarda in alto, che mira lontano", sono parole che d'Annunzio scriveva nel 1922 ma che suonano attuali Read More
  • Boom di pubblico per Fred de Palma, manca solo RKomi

    Al centro commerciale Freccia Rossa in tantissimi per incontrare l'amato rapper Fred De Palma! Domenica 17 settembre, infatti, il cantante ha trascorso Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

RadioGiornale ore 12.00

  • Giovedì, 18 Maggio 2017 09:15
  • Pubblicato in Le Notizie

RadioGiornale del 18 maggio 2017 - ore 12.00

 

In due operazioni che si sono svolte nei giorni scorsi alla riserva naturale delle Torbiere sul lago d’Iseo le guardie ecologiche volontarie supportate dalla polizia provinciale hanno recuperato reti e trappole subacque. Tutte piazzate da pescatori di frodo che in questo modo cercano di recuperare più fauna ittica possibile, anche se con metodi illegali. Al momento non è stato trovato né identificato nessuno tra quelli che hanno piazzato le reti, ma la polizia provinciale ha annunciato un giro di vite. Non è la prima volta che le Torbiere del Sebino vengono prese di mira da questi episodi. Tanto che in due anni tra  Predore e Sale Marasino sono state recuperate una decina di reti illegali. E all’inizio del 2015 un subacqueo morì  annegato cercando di liberarsi da una di queste.

 

I carabinieri di Capo di Ponte, Artogne e del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Breno hanno messo a segno due operazioni antidroga. I militari hanno fermato a un normale posto di blocco un’auto sulla statale 42 del Tonale a Ceto. A bordo c’erano un 38enne marocchino e un 37enne italiano e all’interno sono stati trovati 13 grammi di cocaina. Il controllo si è poi allargato alla casa del marocchino dove c’erano altri 76 grammi di polvere bianca. I due sono stati arrestati. Nella seconda operazione, i carabinieri hanno scoperto 72 grammi di hashish nel doppiofondo di  un barattolo per alimenti in casa di un 33enne italiano ad Artogne. Tra i materiali, c’era anche un bilancino di precisione. Per lui sono scattate le manette e la convalida dell’arresto con l’obbligo di firma.

 

Nei giorni scorsi gli agenti della polizia locale di Brescia sono stati impegnati in una serie di controlli sulle strade per garantire la sicurezza di tutti gli automobilisti. Durante il servizio e vari posti di blocco hanno fermato un tir per un normale controllo. Hanno controllato il tachigrafo e hanno sospettato che potesse essere alterato. Per questo motivo hanno condotto il camion fino a un’officina dove il mezzo è stato controllato. In effetti, tra la plastica di rivestimento degli arredi interni è stato trovato nel cellophane un dispositivo che serviva proprio a falsificare i dati del congegno degli orari. Il conducente si è visto comminare una sanzione da 1.698 euro, identica a quella emessa nei confronti dell’azienda di cui è dipendente.

 

Svolta nella vicenda di Ghisby, il gatto che era stato trovato dalla propria padrona scuoiato vivo a febbraio nel cortile residenziale di Beata a Piancamuno. I carabinieri di Artogne hanno ricevuto una segnalazione da un’officina in cui una Renault Clio veniva sottoposta a una normale revisione. Sopra la ruota anteriore sinistra, infatti, è stata trovata una pelliccia di gatto compatibile con quella del felino rimasto gravemente ferito e poi soppresso. Quindi, verrebbe smentita ogni forma di sevizia e tortura come era emerso e denunciato dalla stessa padrona, tanto che in Valcamonica erano arrivate anche “Le Iene” e si erano mosse le associazioni ambientaliste.

 

PALCOSCENICO

L’ Associazione artistico musicale l’Ottava di Brescia, in collaborazione con l’associazione E20 Alparco, organizza la seconda edizione di “BresciAmerica”: una rassegna di 5 concerti con artisti provenienti dal Nord America. Il quinto ed ultimo appuntamento della rassegna si terrà sabato 20 maggio, a partire dalle ore 21 presso  l’Associazione artistico musicale l’Ottava, in via Lunga, 51/B. Gli ospiti della serata saranno The Paperboys.